Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Sezioni
Home Didattica Guide e piano di studio A. A. 2014/2015

A.A. 2014/2015

Guida a.a. 2014/15

Percorso formativo

L’offerta formativa della Scuola risulta costituita da due sezioni didattiche, di cui una relativa al piano degli studi delle attività indispensabili del I e del II anno accademico ed una relativa alle attività didattiche integrative e collaterali; queste ultime sono principalmente erogate con formula didattica a carattere seminariale, laboratoriale, workshops, case studies, per un monte ore aggiuntivo determinato annualmente dal Consiglio della Scuola.

Il corso di studio della Scuola di specializzazione in Beni storici artistici si sviluppa nell’arco di due anni accademici; un periodo ulteriore è riservato alle attività di tirocinio.

● Il percorso prevede l’acquisizione di 120 CFU, di cui 70 in base alla frequenza dei corsi di didattica frontale, 30 per stage e tirocini, 20 per la prova finale.

● Per gli studenti regolarmente iscritti alla Scuola, al termine dei due anni accademici è previsto lo svolgimento di tirocini formativi presso istituzioni pubbliche e private, fra cui, in particolare, quelle che collaborano con la Scuola: Sistema Museo, Coopculture, CIVITA, Confcultura, Electa, Mecenate 90, SKIRA, SWG.

Il diploma rilasciato dalla Scuola costituisce titolo preferenziale per l’accesso nei ruoli dello Stato e degli enti territoriali.

E’ previsto l’accesso alla frequenza dei corsi singoli, per ogni esigenza di carattere educativo, culturale, di rafforzamento e di aggiornamento professionale continuo, per coloro i quali siano in possesso del Diploma di laurea triennale, magistrale o del previgente ordinamento.

Profili professionali

Si progetta di formare una figura in grado di svolgere funzioni di elevata responsabilità sia negli uffici amministrativi che negli istituti culturali dello Stato, delle regioni e degli Enti locali, con particolare riguardo a musei, biblioteche, archivi, cineteche e parchi d’interesse culturale, nonché presso aziende commerciali e non profit attive nei settori della conservazione, valorizzazione e gestione dei beni culturali.

Requisiti per l'ammissione:

Alla Scuola, a numero chiuso, si accede previo concorso per titoli ed esame.

  • Il numero dei candidati ammissibili è fissato in un massimo di 30 unità.

Alla Scuola possono accedere:

A. Coloro che sono in possesso del titolo di Laurea magistrale nelle Classi delle Lauree di seguito elencate:

LM-89 in Storia dell'arte; LM-2 in Archeologia; LM-3 in Architettura del paesaggio; LM-4 in Architettura; LM-10 in Conservazione dei beni architettonici ed ambientali; LM-11 in Scienze per la conservazione dei Beni culturali LM-12 in Design; LM-15 in Filologia, letterature e storia dell'antichità; LM-39 in Linguistica; LM-43 in Metodologie informatiche per le discipline umanistiche; LM-49 in Progettazione e gestione dei sistemi turistici; LM-76 in Scienze economiche per l'ambiente e la cultura; LM-84 in Scienze storiche, LM 78 in Scienze filosofiche.

B. Possono inoltre accedere alla Scuola coloro che siano in possesso di un Diploma di laurea (DL) del precedente ordinamento quadriennale, corrispondente alle lauree in:

Conservazione dei Beni culturali; Dams; Lettere; Lingue e civiltà orientali; Storia e conservazione dei Beni architettonici ed ambientali; Storia e conservazione dei Beni culturali; Architettura, Scienze della Formazione primaria (ex Magistero).

C. (Iscrizione condizionata) Possono inoltre accedere alla Scuola gli studenti iscritti ad un corso di laurea magistrale o specialistica o di un ordinamento previgente, relativamente ai corsi di laurea previsti, che prevedano di laurearsi entro e non oltre il giorno precedente lo svolgimento della prima prova di ammissione (prova scritta). I candidati sono ammessi al concorso con riserva. La Commissione può disporre in ogni momento, con provvedimento motivato, l'esclusione dal concorso per difetto dei requisiti prescritti.

D.  Coloro i quali siano in possesso del Diploma di laurea triennale, magistrale o del previgente ordinamento, possono iscriversi per accedere alla frequenza dei corsi singoli.

Ciascuna iscrizione ai corsi singoli consente di comporre un piano degli studi individuale e di frequentare un numero di insegnamenti corrispondente a 12 CFU, di sostenere i relativi esami e di ottenere il riconoscimento dei rispettivi crediti formativi;

- l'iscrizione ai corsi singoli consente di optare per la frequenza di ciascuna delle discipline dell?intera offerta didattica erogata per l'anno accademico di riferimento;

- lo studente iscritto presso l'Ateneo maceratese non può chiedere il riconoscimento di eventuali esami e dei relativi crediti acquisiti al termine della frequenza di corsi singoli attivati da altri Atenei per discipline già previste nel suo percorso formativo a Macerata;

- le richieste di iscrizione da parte di studenti stranieri verranno accolte previa verifica della sussistenza delle relative condizioni, secondo le disposizioni normative vigenti;

- l'iscrizione al corso singolo ha validità solo per l'anno accademico di riferimento; pertanto, il relativo esame di profitto deve essere sostenuto entro una delle due sessioni di esame del relativo anno accademico previste;

- stante il particolare assetto organizzativo e didattico della Scuola, le domande d'iscrizione ai corsi singoli dovranno essere presentate entro il termine previsto per la presentazione delle domande di ammissione alla Scuola, secondo quanto indicato nel Bando di attivazione dell'anno accademico di riferimento, indipendentemente dal numero di corsi singoli a cui ci si intende iscrivere